immobiliare.it
  • Formula 1 2013
  • Ferrari
  • McLaren
  • Red Bull Racing
  • Lotus
  • Mercedes
  • Sauber
  • Toro Rosso
  • Force India
  • Marussia F1 Team
  • Williams F1
  • HRT F1 Team
  • Caterham F1 Team
  •  
  • GP2 Series
  •  
  • MotoGP

FORMULA 1, GP DELLA MALESIA: VINCE ALONSO, PRIMO PODIO PER PEREZ


Quinto alla ripartenza dopo la bandiera rossa (esposta per la forte pioggia), lo spagnolo rimionta sui primi e con una gara perfetta conquista il gradino più alto del podio.
RSS
25/03/2012 -

Se la sua Ferrari fosse più competitiva  in condizioni normali ed in qualifica, Fernando Alonso sarebbe il pilota da battere, e sarebbe dura per gli avversari competere per il campionato piloti 2012.
In realtà i primi due Gran Premi del 2012 hanno mostrato che la Ferrari è nettamente più lenta degli avversari, sia nelle qualifiche dove i distacchi dai primi sono consistenti, sia in gara, con Felipe Massa che in entrambe le gare non è arrivato in zona punti, mostrando tutti i limiti attuali della monoposto.
La vittoria odierna di Alonso, arrivata grazie ad una strepitosa prestazione dello spagnolo sul bagnato, e ad una strategia perfetta, ha una valenza molto importante per il campionato, sia dal punto di vista psicologico, per il primo posto conquistato in classifica mondiale, dove il rischio era quello di veder scappar via gli avversari, sia in chiave campionato in quanto consengte alla Ferrari di tirare il fiato per correre ai ripari e presentarsi al rientro nelle gare europee con una vettura al livello degli altri.
Al secondo posto un ottimo Perez su Sauber, con una gara quasi perfetta e con un unica sbavatura nelle ultime fasi della gara quando, in pieno recupero sul ferrarista, perdeva una manciata di secondi a causa di una frenata sbagliata che lo faceva uscire di traiettoria.
A completare il podio Luis Hamilton, il quale ha perso la posizione su Alonso proprio ai Box a causa di un pit stop lento e di una esitazione nella ripartenza dopo il pit per lasciar passare Massa che rientrava, e che poi non è mai stato in grado di competere con i tempi del duo Alonso-Perez.
Gara da dimenticare per Button (14°) e Vettel (11°) entrambi attardati per aver urtato Karthikeyan in due episodi diversi, mentre non ha brillato Webber giunto quarto dietro ad Hamilton.

Michele Scaletta

Le nostre Esclusive

Leggi Tutte
Lea Di Leo si confessa: tra sesso, ricatti e calciatori coinvolti
di Luca Bonaccorso, Sabato 20 Aprile 2013